CORSO PER ASPIRANTE MEDIATORE MARITTIMO
 
   Le rubriche di Yachts.it - Professione
 
Google
 
Home
info e privacy
Ricerche charter
 per area
 per porto
 per periodo
 individuali
 operatori
 skipper-armatori
 last-minute
 promozioni
Offerte usato
 le barche
 gli operatori
 le promozioni
Multiproprieta
 operatori
Scuole ed altro
 crociere a tema
 operatori
 notiziari
 tecnica
Gente di Mare
 ricerca personale
 di bordo

 offerte di lavoro
 formazione
Rubriche
 leggi e normative
 professione
 burocrazia
 tecnica
 scrivi a Yachts.it
Le Rotte
Racconti
Registrazione
Login utenti

Privacy Policy
Professione

I nuovi titoli per la Nautica da Diporto
Come riscattare mesi o anni di navigazione all'estero?
domande e risposte


Indice articoli  Indice
Riscatto navigazione all'estero: indice dei contributi

Vale solo navigazione su unità a noleggio o locazione?

10 ottobre 2006

Carissimo Michele,
ti disturbo perchè in questi giorni mi stò scontrando contro la nostra cara burocrazia. Il problema è molto semplice:
stò provando a farmi registrare un periodo d'imbarco della durata di 19 mesi in cui ho svolto le mansioni di comandante a bordo di un'imbarcazione di 26 metri battente bandiera inglese.

Alla Capitaneria di Porto di Palermo, nonostante siano tutti estremamente gentili e disponibili, si sono, per il momento, rifiutati di iscrivermi i mesi perchè dal libretto della barca risulta che quest'ultima è destinata a "Pleasure Yacht", quindi non può svolgere attività di locazione o noleggio.
Per quale motivo, avendo io regolare contratto e lettera dell'armatore da cui si evince che sono stato effettivamente imbarcato per il periodo in questione, non posso vedere registrati i mesi trascorsi a bordo?

I famosi mesi d'imbarco che servono per poter accedere all'esame di padrone marittimo o a quelli per le altre qualifiche devono essere fatti esclusivamente a bordo di barche adibite a noleggio? Puoi chiarirmi il dilemma?

Ti saluto cordialmente,
Aldo


Risponde il Com.te Panizzut, AMADI

Gentile Aldo,
i mesi di navigazione effettuati su bandiera estera sono validi ai fini dei titoli professionali, purchè registrati sul libretto di navigazione.

Si può registrarli come "navigazione riscattata ai fini previdenziali", pagando all'INPS i contributi in base allo stipendio risultante dal contratto (Conviene contattare l'INPS per conoscere l'esatta percentuale) e portando in Capitaneria il documento comprovante il riscatto, oppure come "navigazione non riscattata" per la quale occorre portare in Capitaneria un documento comprovante l'imbarco effettuato, generalmente rilasciato dalla Società Armatrice o dal Comando di bordo, debitamente vistato dall'Autorità Consolare.

Il problema può nascere proprio qui, in quanto detta Autorità da qualche tempo rifiuta di apporre il visto, almeno qui a Genova.

Provi a percorrere una di queste due strade e ci faccia sapere.
Saluti,

Luciano Panizzutt
Associazione Marittimi Diporto


Un anno su nave da Diporto

Salve a tutti, dopo aver dato un'occhio alle nuove normative vorrei avere alcune risposte su quanto segue, dato che qua a Viareggio ognuno sembra pensarla come gli pare... istituzioni e agenzie comprese! Mi trovo imbarcato da 6 mesi come allievo di coperta su di un'imbarcazione da diporto ad uso privato con una navigazione estera su nave da diporto di circa 1 anno da riscattare. Le mie domande sono:

  • Quali sono le procedure per riscattare la suddetta navigazione estera?
  • Trovandomi nella posizione, secondo il D.M. del 5.12.2000, di conseguire il patentino da aspirante (ovviamente con il riscatto della navigazione) vorrei sapere se con il nuovo Regolamento del Diporto ciò è ancora possibile, e nel caso, se con le nuove norme mi troverei ad avere delle limitazioni sui futuri imbarchi su yachts.
Grazie anticipatamente, spero di riuscire ad avere più chiara la situazione...
Andrea

Risponde il Com.te Pietro Martucci

In base al quesito dell'amico Andrea rispondo, in base alla normativa vigente.
L'iter burocratico per riscattare periodi di imbarchi su bandiera estera ai soli fini previdenziali, varia da Paese a Paese.

  • L'ART. 233 del Regolamento del Codice della Navigazione (Navigazione su navi estere); cita:
    La navigazione effettuata su navi di bandiera estera è provata con documenti rilasciati dalla competente autorità dello stato estero e autenticati dall'autorità consolare italiana (se possiede la documentazione in questione, la deve presentare allo sportello G.M. della sua Capitaneria)
  • L'ART. 237 (Imbarco su navi di bandiera estera) cita:
    L'arruolamento di marittimi su navi di bandiera estera è subordinato al nulla osta dell'autorità marittima mercantile che vi provvede, sentita, nei casi previsti dalle leggi speciali, l'autorità militare.
    Il marittimo deve dare comunicazione dell'avvenuto imbarco su navi di bandiera estera all'autorità marittima competente (Capitaneria dove il marittimo è iscritto).

La mia risposta non comprende tutti i quesiti, in quanto, la situazione prospettata non è abbastanza chiara e presenta delle zone d'ombra. Allora provo a rispondere in base a quello che immagino:

  1. Arruolamento con qualifica di Allievo di coperta (Ufficiale)?
    Nel diporto non maturi i periodi di imbarco per conseguire il titolo di Aspirante C.L.C. L'imbarco deve essere effettuato su Navi Mercantili per l'addestramento.
  2. Posso conseguire il titolo? Con il Nuovo Regolamento sul Diporto? Io presumo che voglia conseguire il Titolo di Aspirante CLC navigando nel diporto! Negativo. Questo sia prima, ma soprattutto adesso, con i Titoli Professionali del Diporto. Qualora, dopo aver maturato gli imbarchi sul Naviglio Mercantile consegua il titolo professionale di Aspirante CLC, effettuando i corsi IMO STWC 78/95 otterrà la qualifica di C/te di quarta classe che nel Diporto è equiparata a Capitano del Diporto.

Com.te Pietro Martucci

Adv on Yachts
Advertising su Yachts.it
La tua pubblicità fuori dai luoghi comuni




  Professione
  1. Linee guida per i marittimi del Diporto
    • Vademecum e consigli per i nuovi titoli a cura del Comandante Martucci (aprile 2006)
  2. Titolo di Conduttore: valido all'estero
    • Circolare del Ministero, 4 aprile 2006
  3. Un primo risultato per i marittimi
    • ammissione con riserva all'esame UD per chi non ha i corsi in regola
  4. Istanza AMADI e Yachts.it sulla Circolare 8.02.06
  5. Nuova circolare sui titoli professionali - 8.02.06
    • Nella nuova circolare ritornerebbe l'obbligo di avere almeno 9 mesi a libretto per poter superare il corso MAMS! Speriamo non sia vero.
  6. Circolare applicativa per i nuovi titoli - 4.11.05
    • Applicazione del DM 10 maggio 2005 n. 121
    • Libretto Allievi Ufficiali di Navigazione del diporto
    • Libretto Allievi Ufficiali di Macchina del diporto
    • Norme di compilazione certificati di abilitazione
  7. I nuovi titoli per la Nautica da Diporto
    • Decreto Legislativo 10 maggio 2005, n.121
Sondaggio AMADI-Yachts.it sui nuovi titoli
I nuovi titoli: aggiornamenti
I nuovi titoli: interventi, commenti, pareri
I nuovi titoli: domande
Domande

La patente Navi e il Comando di unità da Noleggio
    domande e risposte a cura del Comandante Nicotra
    il dibattito prosegue
    Interventi e osservazioni dei Comandanti


Indice articoli Torna all'indice delle Rubriche
 
 
 
Yachts.it ©2000-2017 Comunicazione Tre Srl - P.IVA 10973441008
Corsia Agonale, 10 - 00186 ROMA
Le barche il mare i charter le crociere e i Marinai in Italia.
Portale dedicato alla nautica italiana. Charter nautico, noleggio e locazione imbarcazioni,
Acquisto e vendita imbarcazioni usate. Normative e legislazione nautica.
Marittimi ed equipaggi per il Diporto nautico e personale di bordo.
ricerca un Comandante, Marinaio, Skipper, Hostess, Steward, Cuoco

Diretto da Michele Costabile