CORSO PER ASPIRANTE MEDIATORE MARITTIMO
 

   Le rubriche di Yachts.it - Professione

 
Google
 
Home
info e privacy
Ricerche charter
 per area
 per porto
 per periodo
 individuali
 operatori
 skipper-armatori
 last-minute
 promozioni
Offerte usato
 le barche
 gli operatori
 le promozioni
Multiproprieta
 operatori
Scuole ed altro
 crociere a tema
 operatori
 notiziari
 tecnica
Gente di Mare
 ricerca personale
 di bordo

 offerte di lavoro
 formazione
Rubriche
 leggi e normative
 professione
 burocrazia
 tecnica
 scrivi a Yachts.it
Le Rotte
Racconti
Registrazione
Login utenti

Privacy Policy
Professione

I nuovi titoli per la Nautica da Diporto
Dall'autocertificazione alla navigazione estera: tre possibili vie d'uscita per riscattare la navigazione effettuata.

Indice  Indice
Fondamentale pagare i contributi
Ho navigato e te lo dimostro
Dall'autocertificazione alla navigazione estera: tre modi per riuscire a riscattare i mesi di navigazione effettuati
Caro Michele
In riferimento al discorso dei nove e di conseguenza dei sei mesi per i corsi STCW il nostro Ministero si è espresso molto chiaramente ti dice infatti che il periodo non va effettuato necessariamente su unità adibite al traffico e qui bisogna tener presente della effettiva classificazione amministrativa che si fa per le unità per esempio nella Circolare 14 Aprile 1997 n. 262584 dove in pratica anche secondo la SOLAS un unità viene definita da diporto se porta fino a dodici persone viene definita successivamente adibita al traffico se supera quel numero di persone e di conseguenza si avvicina ad altri tipi di regolamento.
Quindi basta dimostrare di aver effettuato la navigazione su un unità da diporto, tu mi dirai come?

Quelli iscritti e già in possesso del Foglio di Ricognizione di terza categoria in teoria dovrebbero aver annotato gli imbarchi effettuati e questo costituisce prova valida.

Per quelli appena iscritti a Gente di mare ma che hanno sempre effettuato navigazione su imbarcazioni battenti bandiera estera potrebbe verificarsi la stessa ipotesi che si verifica per i marittimi di Marina Mercantile che effettuano la stessa navigazione; essi muniti di un documento "discarge" (rilasciato dall'armatore) che specifica le caratteristiche sia dell’imbarcazione che dell’imbarco si recano al Consolato e con il pagamento delle dovute tasse e dei dovuti contributi riscattano la navigazione che possono di conseguenza registrare sul libretto di navigazione.

Quelli appena iscritti a Gente di mare e che hanno sempre effettuato navigazione su imbarcazioni battenti bandiera italiana potrebbero fare una sorta di autocertificazione che in pratica sarebbe il "discarge" con i dati caratteristici dell’imbarcazione e dell’imbarco ma ciò potrebbe non bastare, allora quale miglior cosa dimostrare nel periodo coincidente di aver versato contributi o di versarli successivamente per coprire il periodo di navigazione necessario in pratica riscattare la navigazione effettuata.

Pensa a queste soluzioni e vedrai che risolveranno i vari problemi e se vuoi divulga pure il messaggio.
Fraterni Saluti
Andrea Rivieccio
rivand@alice.it
Caro Andrea,
innanzi tutto grazie per la "dritta" che provvedo a pubblicare immediatamente sulle nostre pagine, penso proprio che potrà aiutare molte persone e te ne sono estremamente grato. Come sempre la "fantasia napoletana" viene in soccorso per districarsi dal leggi e norme inapplicabili ed ostili e questo, se da un lato mi fa piacere dall'altro mi rattrista perché ci troviamo alle prese con la solita metalità che gli italiani, fin dall'epoca dei Borboni, non riescono a scrollarsi di dosso: le leggi sono fatte male e la gente deve ingegnarsi a trovare scappatoie.

Preferirei che le leggi fossero giuste e ragionevoli ed è per questo motivo che ho redatto insieme al nostro avvocato ed alla AMADI l'istanza del 20 febbraio (vedi la Lettera20.02.06) che spero otterrà la giusta considerazione degli Enti responsabili.

Nelle more dell'attesa, ovviamente, i tuoi suggerimenti sono sacrosanti.
Michele Costabile
Adv on Yachts
Advertising su Yachts.it
La tua pubblicità fuori dai luoghi comuni




  Professione
  1. Linee guida per i marittimi del Diporto
    • Vademecum e consigli per i nuovi titoli a cura del Comandante Martucci (aprile 2006)
  2. Titolo di Conduttore: valido all'estero
    • Circolare del Ministero, 4 aprile 2006
  3. Un primo risultato per i marittimi
    • ammissione con riserva all'esame UD per chi non ha i corsi in regola
  4. Istanza AMADI e Yachts.it sulla Circolare 8.02.06
  5. Nuova circolare sui titoli professionali - 8.02.06
    • Nella nuova circolare ritornerebbe l'obbligo di avere almeno 9 mesi a libretto per poter superare il corso MAMS! Speriamo non sia vero.
  6. Circolare applicativa per i nuovi titoli - 4.11.05
    • Applicazione del DM 10 maggio 2005 n. 121
    • Libretto Allievi Ufficiali di Navigazione del diporto
    • Libretto Allievi Ufficiali di Macchina del diporto
    • Norme di compilazione certificati di abilitazione
  7. I nuovi titoli per la Nautica da Diporto
    • Decreto Legislativo 10 maggio 2005, n.121
Sondaggio AMADI-Yachts.it sui nuovi titoli
I nuovi titoli: aggiornamenti
I nuovi titoli: interventi, commenti, pareri
I nuovi titoli: domande
Domande

La patente Navi e il Comando di unità da Noleggio
    domande e risposte a cura del Comandante Nicotra
    il dibattito prosegue
    Interventi e osservazioni dei Comandanti


Indice articoli Torna all'indice delle Rubriche
 
 
 
Yachts.it ©2000-2017 Comunicazione Tre Srl - P.IVA 10973441008
Corsia Agonale, 10 - 00186 ROMA
Le barche il mare i charter le crociere e i Marinai in Italia.
Portale dedicato alla nautica italiana. Charter nautico, noleggio e locazione imbarcazioni,
Acquisto e vendita imbarcazioni usate. Normative e legislazione nautica.
Marittimi ed equipaggi per il Diporto nautico e personale di bordo.
ricerca un Comandante, Marinaio, Skipper, Hostess, Steward, Cuoco

Diretto da Michele Costabile