CORSO PER ASPIRANTE MEDIATORE MARITTIMO
 
   Le rubriche di Yachts.it - Professione
 
Google
 
Home
info e privacy
Ricerche charter
 per area
 per porto
 per periodo
 individuali
 operatori
 skipper-armatori
 last-minute
 promozioni
Offerte usato
 le barche
 gli operatori
 le promozioni
Multiproprieta
 operatori
Scuole ed altro
 crociere a tema
 operatori
 notiziari
 tecnica
Gente di Mare
 ricerca personale
 di bordo

 offerte di lavoro
 formazione
Rubriche
 leggi e normative
 professione
 burocrazia
 tecnica
 scrivi a Yachts.it
Le Rotte
Racconti
Registrazione
Login utenti

Privacy Policy
Professione

Caro Armatore
mi assento un paio di mesi...


Indice  Indice

Carissimo Michele,
dopo tanto esitare ho deciso di scrivere alcune considerazioni riguardo questo bel regalo che il legislatore ha voluto appioppare alla nostra categoria.

Innanzitutto vorrei correggere l’amico comandante Maurizio, poiché nel mondo dell’aviazione se una persona siede ai comandi di un aereo, di linea o privato, avrà sicuramente l’abilitazione per quel tipo di aeromobile, almeno che non sia un pazzo suicida, e quindi ha la capacità tecnica, accertata da enti di controllo, di condurre quel mezzo.

Invece un punto che non ho ancora letto tra tutti gli interventi giunti, o mi sarà sfuggito, è il motivo per cui il legislatore ha deciso che le vite umane hanno un diverso valore, e mi spiego: se una persona è in possesso della patente ND può legalmente portare in giro una nave di 30 metri con degli amici dell’armatore, mentre se con la stessa barca, lo stesso mare, le stesse condimeteo imbarca degli ospiti paganti diventa automaticamente incapace di comandare la nave suddetta!

Il legislatore ha pensato che chi paga deve essere “tutelato” e chi è ospite di qualche “riccone” può fare la fine che vuole! E cosa mi dite del discorso che finalmente ci siamo allineati a legislazioni di Stati più evoluti del nostro, almeno dal punto di vista nautico?
Si continua a fare l’esempio degli inglesi, ma se non sbaglio in Inghilterra avendo titolo di Yachtmaster Offshore od Ocean si può navigare per diletto anche con barche di 30 metri, se invece la nave è adibita a charter bisogna integrare il titolo suddetto con i corsi STCW, GMDSS, First Aid e Radar, ed ovviamente non si parla di MAMS... a proposito non vedo l’ora di incrociare x mare una ND con i MAMS, sai che spettacolo!
In poche parole non ti costringono a rifare un esame, non ti costringono ad accettare un imbarco in nero per campare, e non ti costringono dopo il famoso esame ripetitivo ad imbarcarti come secondo alle dipendenze di qualcuno che magari ha i titoli ma non la tua esperienza; ma come al solito in Italia conta più un pezzo di carta che anni passati in mare affrontando diverse situazioni, l’esperienza non conta, ora capisco perchè riteniamo alcuni Stati più evoluti del nostro, e forse non solo in campo nautico!

Un altro punto a cui il legislatore non ha dato conto è quello delle persone, poche ma ci sono, tipo il sottoscritto, che fortunatamente da due anni a questa parte è sempre imbarcato, sempre in giro, inverno Caraibi estate Mediterraneo... bene mi spiegate che racconto
all’armatore? Sà dottore, devo sbarcare un paio di mesi per studiare per poter tornare sulla sua barca, ovviamente da secondo, sarebbe cosi’ gentile da trovarsi un altro comandante ma contemporaneamente pagarmi lo stipendio? Certo se invece di 18 mesi, di
cui 8 già volatilizzati, non ci fossero limiti, magari il prossimo inverno il mio armatore decide di non tornare ai Caraibi ed io, come il mio secondo, potremmo dedicarci con serietà allo studio!

Allora dopo queste considerazioni, faccio una semplice domanda all’avvocato... ci sono i presupposti per fare ricorso? Ci sono i presupposti perchè a me e a centinaia di altre persone venga riconosciuta l’esperienza, gli esami già fatti, i corsi già superati, o dobbiamo farci mettere di nuovo i piedi in testa?
Perchè non si trova un modo, magari con autocertificazioni e presentando delle prove, di veder riconosciuti tutti quei mesi in cui siamo stati costretti a navigare in nero, altrimenti tu rifiuti ma ci sono altri 10 pronti ad imbarcarsi al posto tuo?
Sono d'accordo quando si dice che questa legge è stata fatta per dare serietà al nostro comparto, ma non è in questo modo che si tutela il lavoro di tante persone, ok per i corsi STCW e GMDSS e Radar, ma i diritti acquisiti con ore di studio e soldi spesi non possono essere buttati nella spazzatura!

Caro Michele,
ti ringrazio per il tempo e lo spazio che stai dedicando a questa battaglia, io sono ottimista che tutti insieme potremmo ottenere qualcosa, nel frattempo cerco di godermi questi mesi di imbarco meglio che posso...potrebbero essere gli ultimi!!!
Un saluto,
    Aldo


Adv on Yachts
Advertising su Yachts.it
La tua pubblicità fuori dai luoghi comuni




  Professione
  1. Linee guida per i marittimi del Diporto
    • Vademecum e consigli per i nuovi titoli a cura del Comandante Martucci (aprile 2006)
  2. Titolo di Conduttore: valido all'estero
    • Circolare del Ministero, 4 aprile 2006
  3. Un primo risultato per i marittimi
    • ammissione con riserva all'esame UD per chi non ha i corsi in regola
  4. Istanza AMADI e Yachts.it sulla Circolare 8.02.06
  5. Nuova circolare sui titoli professionali - 8.02.06
    • Nella nuova circolare ritornerebbe l'obbligo di avere almeno 9 mesi a libretto per poter superare il corso MAMS! Speriamo non sia vero.
  6. Circolare applicativa per i nuovi titoli - 4.11.05
    • Applicazione del DM 10 maggio 2005 n. 121
    • Libretto Allievi Ufficiali di Navigazione del diporto
    • Libretto Allievi Ufficiali di Macchina del diporto
    • Norme di compilazione certificati di abilitazione
  7. I nuovi titoli per la Nautica da Diporto
    • Decreto Legislativo 10 maggio 2005, n.121
Sondaggio AMADI-Yachts.it sui nuovi titoli
I nuovi titoli: aggiornamenti
I nuovi titoli: interventi, commenti, pareri
I nuovi titoli: domande
Domande

La patente Navi e il Comando di unità da Noleggio
    domande e risposte a cura del Comandante Nicotra
    il dibattito prosegue
    Interventi e osservazioni dei Comandanti


Indice articoli Torna all'indice delle Rubriche
 
 
 
Yachts.it ©2000-2017 Comunicazione Tre Srl - P.IVA 10973441008
Corsia Agonale, 10 - 00186 ROMA
Le barche il mare i charter le crociere e i Marinai in Italia.
Portale dedicato alla nautica italiana. Charter nautico, noleggio e locazione imbarcazioni,
Acquisto e vendita imbarcazioni usate. Normative e legislazione nautica.
Marittimi ed equipaggi per il Diporto nautico e personale di bordo.
ricerca un Comandante, Marinaio, Skipper, Hostess, Steward, Cuoco

Diretto da Michele Costabile