CORSO PER ASPIRANTE MEDIATORE MARITTIMO
 
   Le rubriche di Yachts.it - Burocrazia
 
Google
 
 
Home
info e privacy
Ricerche charter
 per area
 per porto
 per periodo
 individuali
 operatori
 skipper-armatori
 last-minute
 promozioni
Offerte usato
 le barche
 gli operatori
 le promozioni
Multiproprieta
 operatori
Scuole ed altro
 crociere a tema
 operatori
 notiziari
 tecnica
Gente di Mare
 ricerca personale
 di bordo

 offerte di lavoro
 formazione
Rubriche
 leggi e normative
 professione
 burocrazia
 tecnica
 scrivi a Yachts.it
Le Rotte
Racconti
Registrazione
Login utenti

Privacy Policy
Burocrazia Estate 2005, torna il sereno in Croazia?
Diportisti e charter possono tirare un sospiro di sollievo.

Indice  Indice
Estate 2005, torna il sereno in Croazia?

A seguito delle proteste di diportisti ed operatori stranieri, il governo croato ha modificato il Codice della Navigazione.

A cura di C-Marina Magazine


Il Codice introdotto a Gennaio 2005

Il Codice introdotto a Gennaio 2005 prevedeva norme molto restrittive per i charter stranieri e per chi volesse recarsi in Croazia con la propria imbarcazione.

Secondo la legge dello scorso gennaio, i diportisti stranieri, dopo aver sbrigato le pratiche doganali, dovevano presentarsi presso un porto abilitato alla gestione del traffico marittimo internazionale. Lì avrebbero dovuto:
  • Presentare una lista dell'equipaggio contenente i nominativi di chi avrebbe navigato in acque croate a bordo dell'imbarcazione ("crew list");
  • Pagare una tassa in base alla lista ed alla lunghezza dello scafo;
  • Apporre sullo scafo un bollo adesivo, “vignette”, con validità annuale, rilasciato dall'autorità competente.
Chi prevedeva di cambiare i nominativi, poteva presentare una seconda lista contenente i nomi delle persone che si sarebbero avvicendate a bordo.

L'aspetto più sorprendente della legge
è che ogni cambiamento nella lista originaria prevedeva il pagamento di una tassa e chi presentava la seconda lista avrebbe dovuto pagare una tassa più alta. La seconda lista inoltre poteva contenere al massimo un numero doppio di nominativi rispetto alla capacità dello scafo.

I charter operanti in acque croate erano tenuti a:

  • Presentare all'apposito Registro croato una richiesta d'ingresso per l'imbarcazione accompagnata da numerosi documenti e moduli;
  • Registrare il proprietario dell'imbarcazione per condurre operazioni commerciali in Croazia;
  • Pagare un salatissimo balzello, per un massimo di circa 7000 euro.

Anche le norme sanzionatorie previste non erano affatto tenere: chi non era in regola rischiava addirittura il sequestro dell'imbarcazione.


Restrizioni incompatibili con l'Europa

Ma la Croazia aspira a far parte della Comunità Europea, nella quale la libera circolazione di mezzi e persone è un irrinunciabile fondamento per l'economia.

In seguito alle pressioni esercitate dai diportisti stranieri, il governo croato è tornato al lavoro per modificare la legge. Negli ultimi mesi si sono avvicendati infiniti emendamenti e rettifiche.

Ora la situazione sembra nettamente migliorata.
  • I diportisti dovranno semplicemente notificare all'autorità marittima competente i nomi delle persone a bordo e si potrà acquisire il bollo adesivo senza presentare la crew list.
I charter, invece, hanno davanti a sé due possibilità:
  • Possono scegliere di munirsi semplicemente di un permesso di navigazione, che permetterà loro di operare in acque croate e di poter sbarcare passeggeri senza però farne salire a bordo di nuovi.
  • Registrandosi invece presso un apposito registro croato e fornendo alla Capitaneria la lista delle persone da imbarcare, il charter potrà anche imbarcare in Croazia passeggeri nuovi, oltre a sbarcare chi era a bordo all'arrivo.
Adv on Yachts
Advertising su Yachts.it
La tua pubblicità fuori dai luoghi comuni


  Burocrazia

Ticket per ormeggiare in Sardegna!
Pagamenti tra i 1.000 e i 15.000 euro a barca per la stagione 2006

Interventi
Domande

Indice articoli Torna all'indice delle Rubriche
 
 
 
Yachts.it ©2000-2017 Comunicazione Tre Srl - P.IVA 10973441008
Corsia Agonale, 10 - 00186 ROMA
Le barche il mare i charter le crociere e i Marinai in Italia.
Portale dedicato alla nautica italiana. Charter nautico, noleggio e locazione imbarcazioni,
Acquisto e vendita imbarcazioni usate. Normative e legislazione nautica.
Marittimi ed equipaggi per il Diporto nautico e personale di bordo.
ricerca un Comandante, Marinaio, Skipper, Hostess, Steward, Cuoco

Diretto da Michele Costabile