CORSO PER ASPIRANTE MEDIATORE MARITTIMO
 
   Le rubriche di Yachts.it - Burocrazia
 
Google
 
Home
info e privacy
Ricerche charter
 per area
 per porto
 per periodo
 individuali
 operatori
 skipper-armatori
 last-minute
 promozioni
Offerte usato
 le barche
 gli operatori
 le promozioni
Multiproprieta
 operatori
Scuole ed altro
 crociere a tema
 operatori
 notiziari
 tecnica
Gente di Mare
 ricerca personale
 di bordo

 offerte di lavoro
 formazione
Rubriche
 leggi e normative
 professione
 burocrazia
 tecnica
 scrivi a Yachts.it
Le Rotte
Racconti
Registrazione
Login utenti

Privacy Policy


Tra 1.000 e 20.000 euro a barca per la stagione 2006

Ticket per ormeggiare in Sardegna,
intervento del presidente AINUD

L'atteso intervento del presidente Barabino riapre le speranze per una soluzione "pacifica" del problema?

Lo speriamo! Non sappiamo con quali contenuti sia stata esercitata la "pressione propositiva" dell'AINUD ma confidiamo che possa dare gli esiti sperati e riportare la serenità nei programmi di booking di tanti operatori preoccupati.
Ecco di seguito la lettera inviataci dal presidente Antonio Barabino.

Gent.mo Michele,
raccolgo la preoccupazione di tutta Italia per le ventilate tasse in Sardegna, e ti chiedo cortesemente di pubblicare il seguente comunicato sul sito Yachts.it, l'ho appena pubblicato su quello dell'AINUD.

Gent.mi colleghi,

raccolgo la preoccupazione di molti di voi sulle ventilate tasse per l'approdo in Sardegna e vi aggiorno sulla situazione.
Grazie alla nostra Vice Presidente Marzia Nostini, che ha fatto un'interrogazione alla Regione Sardegna, siamo venuti a sapere che la legge finanziaria varata dalla Giunta Regionale deve ancora essere approvata in Consiglio.

Poichè le critiche che giungono a questa Giunta riguardo la finanziaria in oggetto sono molteplici, e riguardano non solo questo caso delle tasse per i non residenti (case, barche, aerei) ma anche molte altre questioni importanti, è probabile che, anche grazie alla nostra pressione propositiva in materia, il tiro venga aggiustato.

Il provvedimento, per quanto riguarda il mare, in linea di principio era stato pensato per arginare il fenomeno delle grandi navi o unità da crociera che sostano lungo tempo nella fragilissima Gallura lasciando solo liquami e devastando i fondali in rade molto ristrette, mettendo a serio rischio l'ambiente; il ricavato di questa tassazione dovrebbe finanziare appunto servizi ambientali e sopratutto i tanto sospirati parchi boe elettronici, a mio avviso il futuro di un turismo nautico eco-sostenibile.

L'applicazione di tale principio però a mio avviso degenera se si vuole tassare con euro 1000,00 un 45 piedi. su questo stiamo già esercitando pressione sull'amministrazione regionale, al fine di far escludere le fasce di imbarcazioni almeno fino ai 23,99 metri dalla tassazione prevista, e comunque farla eliminare o diminuire.

Quanto sopra deve anche, a mio avviso, farci però riflettere in generale sul perchè si arriva a certe soluzioni estreme: l'intensificazione infinita della pressione antropica sugli ambienti marini, sopratutto se ristretti e fragili, non è percorribile; occorre una contingentazione del traffico del diporto in relazione alla recettività degli ambienti costieri, per tutelare gli ecosistemi marini e la sicurezza in mare. Una gestione intelligente delle risorse ha dei costi e richiede investimenti, ma può dare anche posti di lavoro e ha il pregio di essere propria di una visione a lungo termine.

Non appena avremo novità dalla Regione Sardegna, sarà nostra premura comunicarvele.

Saluti a tutti
Il Presidente AINUD
Dott. Antonio Barabino
antonio.barabino@ainud.it

Estratto dal Disegno di Legge:
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione
(Legge finanziaria 2006) pagina 22 e segg.

Art. 5
Imposta regionale sugli aeromobili, le imbarcazioni e le navi da diporto
  1. A decorrere dall'anno 2006 è istituita l'imposta regionale sugli aeromobili, le imbarcazioni e le navi da diporto.
  2. Presupposto dell'imposta è, nel periodo compreso dal primo giugno al 30 settembre, l'atterraggio e il decollo nel territorio regionale degli aeromobili adibiti al trasporto privato o la sosta e l'ancoraggio negli approdi isolani di imbarcazioni e navi da diporto.
  3. Soggetto passivo dell'imposta è, come individuato ai sensi degli art. 874 e 876 del codice della navigazione, l'esercente dell'aeromobile, dell'imbarcazione o della nave avente domicilio fiscale fuori dal territorio regionale.
  4. L'imposta regionale sugli aeromobili è dovuta ad ogni atterraggio e decollo, quella sulle imbarcazioni e le navi da diporto è dovuta annualmente. Essa è stabilita nella misura di:
    --- OMISSIS ---
    • euro 1.000 per le imbarcazioni di lunghezza compresa tra i 14 e i 15,99 metri.
    • euro 5.000 per le imbarcazioni di lunghezza compresa tra i 16 e i 23,99 metri.
    • euro 10.000 per le navi di lunghezza compresa tra i 24 e i 29,99 metri
    • euro 20.000 per le navi di lunghezza superiore ai 29,99 metri.
    Per le navi adibite all'esercizio di attività crocieristiche l'imposta è determinata in euro 5.000 giornaliere.
  5. Le modalità e l'attività di accertamento, liquidazione, riscossione, recupero e rimborso dell'imposta e quant'altro non espressamente previsto nel presente articolo sono stabilite e disciplinate, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, con Deliberazione della Giunta Regionale adottata su proposta dell'Assessore della Programmazione e Bilancio di concerto con
    l'Assessore dei Trasporti.
--- OMISSIS ---

Art. 22

Entrata in vigore
  1. La presente Legge entra in vigore il giorno della sua pubblicazione.
Pubblicazione avvenuta il giorno 11 gennaio 2006
Indice  Indice
 




  Burocrazia

Ticket per ormeggiare in Sardegna!
Pagamenti tra i 1.000 e i 15.000 euro a barca per la stagione 2006

Interventi
Domande

Indice articoli Torna all'indice delle Rubriche
 
 
 
Yachts.it ©2000-2017 Comunicazione Tre Srl - P.IVA 10973441008
Corsia Agonale, 10 - 00186 ROMA
Le barche il mare i charter le crociere e i Marinai in Italia.
Portale dedicato alla nautica italiana. Charter nautico, noleggio e locazione imbarcazioni,
Acquisto e vendita imbarcazioni usate. Normative e legislazione nautica.
Marittimi ed equipaggi per il Diporto nautico e personale di bordo.
ricerca un Comandante, Marinaio, Skipper, Hostess, Steward, Cuoco

Diretto da Michele Costabile